Cerca
Close this search box.

Notizie

Un passo avanti nel mondo dello sport: firmato il nuovo contratto collettivo nazionale del lavoro

Firmato a Roma il contratto collettivo nazionale di lavoro per dipendenti del settore sport, fitness e benessere

Il 12 gennaio, presso la sede del Coni a Roma, è stato siglato il contratto collettivo nazionale di lavoro per dipendenti del settore sport, fitness e benessere.

Alla firma erano presenti il presidente Giovanni Malagò e la vicepresidente di Confcommercio con incarico al Lavoro e Welfare, Donatella Prampolini.

Si tratta di un’importante intesa raggiunta tra la Confederazione Italiana dello Sport, i sindacati e Confcommercio-Imprese per l’Italia. 

Il contratto è frutto di un risultato ottenuto nel 2015 con l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero possibile di addetti in un settore caratterizzato in buona parte dal volontariato.  

Per Luca Stevanato, presidente della Confederazione dello Sport aderente a Confcommercio, si tratta un documento ambizioso che mira a stimolare la crescita dell’intero settore, con un’enfasi particolare sull’inclusività e sui giovani.

La vicepresidente Confcommercio Prampolini ha sottolineato l’importanza di questo passaggio, definendolo un risultato non banale” in quanto non si tratta di un semplice rinnovo ma “di un contratto che va incontro ulteriormente al tema dell’emersione, fa suo il tema dell’inclusione non volendo essere uno strumento limitato a poche tipologie e azzera le differenze tra quanti lo hanno sottoscritto prima o dopo il 2015”.

Confcommercio Roma, unitamente all’Unione di Milano, ha contribuito attivamente alla redazione del contratto, collaborando con gli uffici di Confcommercio nazionale, presentandosi ora in prima linea per fornire supporto e assistenza a tutte le realtà interessate a comprendere e applicare questo nuovo strumento, ritenendolo utile per soddisfare le esigenze di tutti gli operatori del settore.

Attualmente, il contratto è attuato da oltre 7.000 datori di lavoro, coinvolgendo complessivamente circa 42.000 dipendenti.

È l’unico Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro attualmente utilizzato da imprese, società ed enti del settore, applicabile a ogni forma di lavoro, sia nei centri sportivi a scopo di lucro che in quelli senza fini di lucro.

Come afferma Luca Stevanato, emerge chiaramente la necessità di punti di riferimento solidi nel mondo dello sport, offrendo maggiore sicurezza per tutti gli operatori del settore.

Potresti essere interessato anche a...