Cerca
Close this search box.

Notizie

saldi invernali 2024

Saldi invernali 2024: come si comporteranno i consumatori?

Il 5 gennaio cominciano i saldi. Scopriamo insieme come si comporteranno i consumatori della Capitale grazie ai dati di Confcommercio Roma e Format Research 

 

I saldi sono il momento in cui i consumatori sono più attivi: negozi pieni di persone, file alle casse e buste colorate portate in giro dagli abitanti tra le strade del centro.  

Quanti acquisti saranno fatti nella prossima stagione di saldi? 

È pari al 67,9% la quota di coloro che sono intenzionati ad effettuare acquisti durante i prossimi saldi invernali, che cominceranno il 5 gennaio 2024, un dato pressoché stabile (-1,1%) rispetto allo scorso anno.  

Oltre il 52% dei consumatori che non effettueranno acquisti durante i prossimi saldi invernali, invece, lo farà per risparmiare, mentre circa il 38% non acquisterà a saldo a causa di un peggioramento della propria condizione economica. 

Per il 42,2% dei consumatori della Capitale, acquistare ad un costo minore è sicuramente un’occasione di risparmio e per fare affari, il 36% di essi vede il periodo dei saldi come il momento adatto per rifarsi il guardaroba e per una percentuale analoga un’occasione per acquistare articoli che altrimenti non si potrebbe permettere. 

I capi di abbigliamento (94,4%) e le calzature (85,1%) sono in cima alle preferenze espresse da quanti si dicono intenzionati a fare acquisti ai prossimi saldi invernali, tuttavia, coloro che acquisteranno calzature sono in diminuzione rispetto allo scorso anno (-1,5%). 

Il 93,7% degli intervistati da Confcommercio Roma e Format Research ha dichiarato di aver già acquistato a saldo in passato, tra questi, circa il 54% dichiara di acquistare nel periodo degli sconti fino ad un terzo degli articoli di moda acquistati in un anno. 

Interessante è notare come il 44,9% dei consumatori è in attesa dei prossimi saldi invernali per acquistare articoli ai quali stava pensando da tempo, dato stabile rispetto allo scorso anno (+0,3), mentre il 71,2% dei consumatori utilizzeranno i saldi per l’acquisto di qualsiasi articolo, ovvero indipendentemente dalla marca. 

Oltre il 98% dei consumatori destinerà un budget di spesa fino a 300 euro per gli acquisti in occasione dei saldi invernali 2024. Si stima un budget medio pari a 168 euro a persona. Il dato è simile a quello dello scorso anno. La quota di consumatori che spenderà una cifra superiore allo scorso anno è pari al 21,9%, dato in diminuzione rispetto allo scorso anno (-4,8 punti percentuali).  

Quasi il 70% dei consumatori si sente tutelato acquistando a saldo. Tale percentuale è in aumento rispetto allo scorso anno. 

Come saranno pagati gli acquisti e dove si comprerà maggiormente? 

Nove consumatori su dieci utilizzeranno i pagamenti elettronici per effettuare acquisti durante i saldi (92,7%). Il bancomat si conferma la modalità di pagamento preferita (64,3%). 

Oltre la metà di coloro che faranno acquisti in occasione dei prossimi saldi invernali si recherà presso i negozi di fiducia. Segue il canale online con il 40% delle preferenze. 

In lieve crescita, rispetto allo scorso anno, la percentuale di coloro che ricorrono abitualmente al commercio elettronico per l’acquisto degli articoli di moda (+2,4). I prezzi più bassi, la maggior varietà di scelta e la possibilità di comparare i prezzi costituiscono i principali vantaggi nell’acquistare articoli di moda online. Il 72% di coloro che acquistano abitualmente articoli di moda online ritiene che acquistare sul web sia più conveniente, ma soltanto per alcune tipologie di prodotti.  

“I dati dimostrano che i saldi nonostante il Black Friday e le vendite promozionali rappresentano ancora per i romani un appuntamento molto importante”. É quanto dichiara il presidente di Confcommercio Roma, Pier Andrea Chevallard. “Un altro dato che fa riflettere – prosegue Chevallard – é la riduzione della disponibilità di acquisto da parte dei romani, che in questi saldi portare ad acquistare prodotti “necessari” e non più prodotti “superflui.”. 

Potresti essere interessato anche a...

Notizie  Bandi e credito