Cerca
Close this search box.

Notizie

stampa

Rassegna Stampa | “È corsa a scarpe e bicchieri, ma crollano le altre vendite | Corriere della Sera 25/05/2020

«C’è chi ha fatto zero scontrini e chi ha avuto un pochino più di fortuna. Al massimo siamo al 30% di quello che era prima dell’emergenza, magari raggiungere il 50%! Per di più nei ministeri e negli uffici sono tutti in smart working, quindi nei giorni feriali non c’è quasi nessuno in giro. Nel fine settimana acquisti pochi: non tutti i negozi hanno riaperto e molti non riapriranno, come ad esempio Roncato (borse e valige) in via Frattina, mentre via della Vite è piena di cartelli “affittasi”. Il lusso riesce ad andare avanti, ma molte aziende sono ormai in equilibrio instabile».

Presidente di Confcommercio Centro storico David Sermoneta.

«II fatto che si sia riaperto è positivo, ma c’è un “ma”: sul 73% dei commercianti che ha ripreso l’attività, il 45% reputa insufficiente l’andamento delle vendite per sostenere le spese vive e il 42% lo ritiene nullo, in particolare il settore dell’abbigliamento. I dati migliori li hanno avuti i bar e il mondo dei servizi alla persona, come i parrucchieri. C’è anche grande insoddisfazione per gli strumenti messi in campo finora dal governo e deve assolutamente restare la possibilità di ingresso libero in Centro».

Il Direttore Confcommercio Roma Pietro Farina

Potresti essere interessato anche a...