Cerca
Close this search box.

Notizie

tavoli di lavoro

Osservatori e tavoli istituzionali: cosa è accaduto nelle ultime settimane?

Confcommercio Roma non si ferma mai. Nelle ultime settimane abbiamo preso parte a numerosi incontri e tavoli di lavoro.

Il nostro impegno primario è garantire il perfetto funzionamento della Capitale, con l’obiettivo finale di fornire ai nostri associati il massimo supporto e un ambiente lavorativo e di sviluppo all’altezza delle loro meritocrazie.

Esploriamo insieme nel dettaglio gli incontri che si sono svolti:

Lunedì 8 gennaio 

Commissione Commercio – Questione Bolkestein 

Si è riunita la Commissione Commercio con ordine del giorno la direttiva Bolkestein,  le novità  introdotte dalla legge 214/2023,  legge annuale per il mercato e la concorrenza e la successiva comunicazione del Capo dello Stato,  che ha riportato  perplessità sull’art. 11  in materia di concessioni per il commercio su aree pubbliche. Il presidente della Commissione, Andrea Alemanni,  ha sintetizzato lo stato dell’arte . Intervenuta  l’assessora alle Attività Produttive Monica Lucarelli che ha ribadito la scadenza ultima del 31 gennaio 2024 per l’invio, da parte dei diversi  Municipi di Roma , dei relativi piani del commercio, utili per la riassegnazione dei posteggi. La volontà dell’amministrazione capitolina è quella di operare secondo quanto previsto dalla attuale normativa , con procedimenti ad evidenza pubblica per la concessione di posteggi , secondo i  criteri che indicherà il  Governo entro tre mesi (marzo 2024). In caso contrario è stato affermato che l’amministrazione comunque procederà con la disapplicazione dell’art. 11, comma 5, a fronte della  normativa europea e delle pronunce del Consiglio di Stato Lazio,  richiamate anche dal  Presidente Mattarella.  Queste le date indicate all’interno della riunione di commissione: Avvio delle procedure di bando entro settembre 2024, con clausole di salvaguardia dei livelli occupazionali. Diversi  municipi hanno sollevato la questione se avvalersi in estrema ratio e nelle more della preparazione e dello svolgimento delle gare, della scadenza ultima per la validità delle concessioni  di cui all’art. 11, comma 6 (sino al 31 dicembre 2025). Su tale aspetto si è aperta  una riflessione.

Focus normativo : legge n. 214/2023, Legge annuale per il mercato e la concorrenza, approvazione del 30 dicembre 2023

Articolo 11 : “Modalità di assegnazione delle concessioni per il commercio su aree pubbliche” Art. 11, comma1Dalla data di entrata in vigore del provvedimento, le concessioni di posteggio per l’esercizio del commercio su aree pubbliche saranno rilasciate per una durata di dieci anni sulla base di procedure selettive  nel rispetto dei principi di imparzialità, non discriminazione, parità di trattamento, trasparenza e pubblicità, secondo le linee guida adottate dal Ministero delle imprese e del made in Italy, da approvare, previa intesa in Conferenza unificata, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge. 

Art. 11, comma 2:  Le linee guida devono tenere conto dei seguenti criteri:a) prevedere, nel rispetto dei principi dell’Unione europea, specifiche clausole sociali volte a promuovere la stabilità occupazionale del personale impiegato, a tenere conto della professionalità e dell’esperienza precedentemente acquisite nel settore di riferimento;
b) prevedere la valorizzazione dei requisiti dimensionali della categoria della micro- impresa;
c) prevedere un numero massimo di concessioni di cui, nell’ambito della medesima area mercatale, ciascun operatore può essere titolare, possessore o detentore, a qualsiasi titolo.

Art. 11, comma 3: Compito della Amministrazioni diventa dunque quello di effettuare una ricognizione annuale delle aree destinate all’esercizio del commercio su aree pubbliche e, una volta verificata la disponibilità di aree concedibili, indicono procedure selettive con cadenza annuale nel rispetto delle linee guida. La prima ricognizione deve essere effettuata entro dieci mesi dall’entrata in vigore del provvedimento.

Art. 11, comma 4:  Continuano ad avere efficacia, fino al termine previsto nel relativo titolo, le concessioni già assegnate alla data di entrata in vigore della presente legge con procedure selettive ovvero già riassegnate (ai sensi dell’articolo 181, commi 4-bis e 4-ter, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34).

Art. 11, comma 5: Per quanto riguarda, invece, i procedimenti volti al rinnovo dei titoli concessori indicati all’articolo 181, comma 4-bis, del decreto-legge n. 34/2020 (con rinnovo per dodici anni), che erano in scadenza al 31 dicembre 2020, e che al momento di entrata in vigore del presente provvedimento non risultano ancora conclusi per qualsiasi causa, compresa l’eventuale inerzia dei Comunigli stessi sono conclusi secondo le disposizioni di cui all’articolo citato e nel rispetto del termine di durata del rinnovo ivi previsto, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente provvedimento. Qualora l’amministrazione non concluda il procedimento nel termine predetto, le concessioni si intendono comunque rinnovate, fatto salvo il potere di adottare determinazioni in autotutela, in caso di successivo accertamento della mancanza dei requisiti per il rinnovo al momento della presentazione della relativa istanza e fatta salva la rinuncia dell’avente titolo.

Art. 11, comma 6: Per quanto riguarda le concessioni non interessate dai procedimenti sopra descritti, al fine di evitare soluzioni di continuità nel servizio, nelle more della preparazione e dello svolgimento delle gare, queste conservano la loro validità sino al 31 dicembre 2025 anche in deroga al termine previsto nel titolo concessorio e ferma restando l’eventuale maggior durata prevista.

Art. 11, comma 7: Viene infine prevista l’abrogazione di una serie di disposizioni che escludevano di fatto la materia del commercio su aree pubbliche dal 

decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59, di attuazione della direttiva Bolkestein (abrogato gli artt. 7, comma 1, lettera f-bis) ; 16, comma 4-bis; art. 1, comma 1181, della legge 27 dicembre 2017, n. 205; art 1, comma 686, limitatamente alle lettere a) e b), della legge 30 dicembre2018, n. 145.Fiva Roma sta valutando attentamente questo tema di rilievo anche nazionale a tutela della categoria. Vi forniremo ulteriori aggiornamenti. 

Mercoledì 10 gennaio

Lavori giubilari – Incontro Ornella Segnalini

Nell’incontro con l’Assessore ai Lavori Pubblici di Roma Ornella Segnalini, abbiamo ricevuto maggiori informazioni e delucidazioni circa lo stato di avanzamento dei lavori giubilari. Qui di seguito i più importanti da monitorare e in via di cantierizzazione:

-Piazza Pia (pedonalizzazione fra San Pietro e Castel Sant’Angelo): Dopo i primi problemi per il cambio della viabilità la situazione sembra al momento stabile).

-Piazza Risorgimento 

-Zona Prati e Borgo : Sono previsti lavori per il rifacimento dell’asfalto e verrà chiesto ai ristoranti di alcune vie la rimozione temporanea della pedana. Qui i lavori verranno effettuati per diverse annualità 2024-2025 e 2026. A febbraio 2024 i lavori interesseranno: Via Boezio (da via Virgilio a Via Properzio), Via Terenzio, Via Ovidio, Via Orazio e Cicerone. Ma sono lavori notturni. Stessa cosa per Via dei Corridori e strade limitrofe (Via Rusticucci, Via dell’Erba, vicolo dell’Inferriata, vicolo del Campanile e Borgo Sant’Angelo). 

-Piazza dei Cinquecento (lavori per lo spostamento dei capolinea dei bus per liberare  la vista sulle terme di Diocleziano) area interessata di fronte all’ex planetario che sarà pedonalizzata, come via Romita, e avrà una nuova pavimentazione. A via Cernaia sarà consentito solo il transito degli autobus e dei pedoni. Riqualificazione dunque di piazza della Repubblica  con intervento anche nei giardini di via Luigi Einaudi dove c’è l’obelisco di Dogali.

-Piazza San Giovanni (da gennaio 2024 sono partiti i lavori di riqualificazione sulla parte della piazza già pedonale) qui sono previste delle fontane “calpestabili” , effetto a specchio (come a Bordeaux);

-Ponte dell’industria (zona Ostiense); l’opera terminerà l’8 dicembre 2024 con accesso dunque per le auto: Vi sarà un ritardo, che assicurano  “congruo”, solo per ultimare il passaggio laterale da parte dei pedoni;  Per Via Ostiense, vi saranno poi anche i lavori per la pista ciclabile (in alcune zone tipo San Paolo già realizzata), con impatto dunque anche sulla viabilità locale.

-Tor Vergata (riqualificazione della città dello sport, prevista a fine luglio 2025, per le giornate della Gioventù durante il Giubileo (2-3 agosto, previsti 1,5 milioni di fedeli). -Traforo Ubertino che collega Via Nazionale a Via del Tritone. Al momento già pulito con inserimento di elementi fonoassorbenti. Idea poi di far passare solo bus elettrici . Soluzione ancora da far valutare al dipartimento mobilità.

Lunedì 15 gennaio 

Incontro Angelilli 

La vicepresidente e Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Industria ha ricevuto le parti sociali per una rapida sintesi ed illustrazione delle risorse stanziate nel Bilancio regionale per il 2024-26: gli interventi principali sono inerenti a:

– Botteghe storiche (2 milioni e 400mila da migliorare nel prossimo assestamento in caso di ulteriori indicazioni da parte dei comuni che non hanno concluso le loro segnalazioni inerenti) 

– Testo unico del Commercio (3 milioni di valenza triennale da decidere ancora come usare) 

– Reti d’impresa (15 milioni per il triennio, a seguito di linee guida per migliorare e perfezionare i bandi). 

La Regione si è poi resa disponibile ad approfondire e valutare ulteriori tematiche cruciali per la categoria.

Mercoledì 17 gennaio

Incontro Terziario Donna con il Ministero dello Giustizia

Terziario Donna Confcommercio Roma ha incontrato il Gabinetto del Ministro della Giustizia e lo staff del Ministero, in merito al  progetto innovativo #FuturoSicuro, iniziativa di Terziario Confcommercio Roma per l’empowerment femminile e la lotta alla violenza. Progetto presentato alla presenza delle Istituzioni il 25 ottobre scorso a Roma durante l’evento “Donne per Roma”. Una proposta innovativa in diverse direzioni e che si vuole sperimentare sul territorio:
 proposte normative a tutela di donne e minori, ispirate dalle migliori  best practices anche internazionali;
 progetto formativo per il riconoscimento e la trattazione della violenza con formatori di alta qualità sia per la pubblica amministrazione che per il settore privato e per tutte le professionalità coinvolte;
– creazione di sportello di servizi strategici focalizzato sull’empowerment femminile e sulla lotta alla violenza economica; essenziale per le donne in difficoltà ed il loro ricollocamento professionale come imprenditrici o libere professioniste.

Giovedì 18 gennaio

Assemblea Capitolina

Ordine del giorno in merito allo Statuto di Roma Capitale. L’Assemblea Capitolina ha approvato all’unanimità un ordine del giorno a prima firma Valeria Baglio, capogruppo Pd, che invita il sindaco Gualtieri a farsi promotore della richiesta di portare a termine la riforma dei poteri della Capitale. Tra le altre cose il documento impegna il primo cittadino “a farsi promotore della richiesta di delegare, nell’ambito dell’attuazione dello status di Roma Capitale, maggiori poteri amministrativi ai Municipi e a farsi portavoce della necessità che Roma diventi, a seguito del perfezionamento del suo status, motore trainante del Paese, attraverso un processo di rafforzamento delle prerogative e dei poteri della Capitale“. Diversi sono stati gli interventi di Parlamentari che si sono occupati del tema e del Sindaco che ha ricordato la riforma , con la modifica dell’articolo 114 della Costituzione in materia di ordinamento e poteri di Roma capitale. Un testo che ricordiamo,  è stato approvato all’unanimità dalle commissioni parlamentari nella scorso legislatura e che attualmente è stato riproposto attraverso un ordine del giorno presentato dal Sen. Andrea De Priamo ed accolto dal Governo in occasione della discussione al Senato sull’autonomia differenziata delle Regioni. 


Incontro FIPE Roma con il Comune di Fiumicino 

Presso la sala CRAL del Comune di Fiumicino il Sindaco Mario Baccini ha convocato diverse associazioni di Categoria, tra cui Fipe Confcommercio Roma in merito alla programmazione delle risorse 2024 della località di Fregene. Il Sindaco in particolare ha confermato la volontà amministrativa di intervenire nell’Area della Pineta di Fregene, purtroppo in fase di decadenza per colpa del virus derivante da alcuni insetti distruttivi.

Inoltre, alla richiesta effettuata dalla Fipe Roma di dar seguito al progetto di pedonalizzazione parziale e della revisione della viabilità di Via Castellammare con un progetto di sviluppo urbanistico e turistico che si sta portando avanti con gli operatori locali, il Sindaco ha mostrato interesse, comunicando che in quell’area vi è un progetto urbanistico sfidante con il miglioramento dei collegamento con l’aeroporto di Fiumicino da integrare con un tavolo tecnico anche sulla viabilità.

Venerdì 19 gennaio

Tavolo Consultazione Tram TVA

Come avevamo anticipato, a seguito delle perplessità mostrate anche da Confcommercio Roma sul Tram TVA e delle richieste a tal fine effettuate su quest’opera tramviaria di grande impatto per il centro storico, sono state fissate le 5  date per un Tavolo di Consultazione. Questo consentirà ai diversi soggetti  interessati di esprimere le loro considerazioni anche per nuovi e condivisi spunti progettuali.

La prima data è stata fissata per il 25 gennaio a Palazzo Valentini – Via Quattro Novembre, 119.

Ulteriori informazioni, anche per il progetto realizzato dall’Università La Sapienza per l’asse urbano Via Nazioanle/Corso Vittorio Emanuele, sono disponibili sul sito web di Roma Mobilità: https://romamobilita.it/it/consultazione

Potresti essere interessato anche a...

Rubrica Lavoro  Notizie