Cerca
Close this search box.

Notizie

Osservatori e attività istituzionali: dal 30 gennaio al 2 febbraio 2024

Esaminiamo nel dettaglio gli osservatori e le attività istituzionali tenutesi di recente, delineando le varie iniziative e conversazioni che si concentrano sul miglioramento del benessere della comunità e sull’avanzamento degli imprenditori affiliati all’associazione.

Martedì 30 gennaio

Incontro per il Commercio su Area Pubblica

Avvenuto presso il dipartimento attività produttive di Roma Capitale con le associazioni di categoria per un confronto tecnico giuridico sulla materia del commercio su area pubblica.

All’incontro, promosso a seguito delle proteste di alcuni ambulanti in merito alla Bolkestein, hanno partecipato l’Assessora alle Attività Produttive Monica Lucarelli, i legali delle Associazioni e il dipartimento attività produttive

Un confronto importante nel quale è stato affrontato il tema posto dall’art. 11 della legge n. 214/2023, legge annuale per il mercato e la concorrenza, in particolare è stato esaminato il comma 5 che concerne il rinnovo dei titoli concessori indicati all’articolo 181, comma 4-bis, del decreto-legge n. 34/2020 (con rinnovo per dodici anni), che erano in scadenza al 31 dicembre 2020, e che non risultano ancora conclusi per qualsiasi causa.

Vi è stata altresì una disquisizione interpretativa giuridica anche sulla disposizione residuale di cui al comma 6 dell’art. 11 per le concessioni non interessate dai procedimenti di cui sopra.

Fiva Confcommercio Roma è intervenuta con l’Avvocato Sara Amici che ha posto la rilevanza dell’art. 11 comma 5 per i rinnovi, non automatici ma “condizionati” delle concessioni del commercio su area pubblica, secondo modalità ben precise individuate dall’articolo 181, comma 4-bis, del decreto-legge n. 34/2020 come i requisiti di onorabilità di professionalità e l’iscrizione al Registro delle Imprese. È stata posta l’attenzione e chiesto alcuni chiarimenti all’Amministrazione in merito alla nota del dipartimento del 2 gennaio u.s. con la quale il Comune avrebbe già comunicato ai Municipi l’applicazione dell’articolo 11 comma 6   della legge 214/2023.

Sarà comunque convocato un ulteriore tavolo di approfondimento tecnico giuridico il 22 marzo prossimo e daremo ulteriori approfondimenti.

Mercoledì 31 gennaio

Commissione Mobilità

La Commissione Mobilità di Roma Capitale, presieduta da Giovanni Zannola è stata convocata per alcuni aggiornamento sullo stato delle tramvie romane. Ha partecipato l’assessore ai Trasporti Eugenio Patanè, che ha illustrato sia lo stato in essere, tra revisioni e nuovi acquisti con una profonda revisione riguardante armamento, sottostazioni elettriche, cavidotti, linea aerea e l’acquisto di nuovi tram con il revamping degli attuali. Si è conclusa da poco l’assegnazione di 121 nuovi tram alla CAF (40 pantografi e 81 bimodali) che verranno consegnati nella primavera del 2025.  È stata data poi la notizia che da maggio ad ottobre 2024 ci sarà la chiusura dell’intera linea dei tram, per consentire i lavori al deposito di Porta Maggiore (nel frattempo, è stata bandita la gara per un altro deposito, sito in Via Severini), e per il prosieguo dei lavori su Ponte Garibaldi per il Tram 8.

 La Commissaria Straordinaria del Governo Maria Lucia Conti ha poi fatto un punto sui Tram. Per la TVA è partito il tavolo pubblico con i cittadini mentre per quanto riguarda la Tramvia Togliatti ci si trova in fase di progettazione definitiva, in linea dunque con l’obiettivo di apertura nel 2026.

Per quanto riguarda la Verano – Tiburtina si è conclusa la Conferenza dei servizi decisoria, dopo un rallentamento per un tema legato ad ACEA ATO2 che è in via di risoluzione, mentre la Termini-Giardinetti – Tor Vergata ha terminato la fase di progettazione che ora verrà inviata in Regione per la valutazione dell’impatto ambientale.

Gli altri 7 progetti tram, tutti hanno superato con successo la conferenza dei servizi preliminare, ad eccezione della tangenziale tramviaria sud (Marconi-Parco Appia Antica-Subaugusta) per la quale l’esito positivo è arrivato limitatamente alla mini-tratta Marconi-Caravaggio. Tra Caravaggio e Subaugusta sono stati richiesti degli approfondimenti circa l’attraversamento del parco regionale dell’Appia Antica, che dovrà avvenire in massima parte in sotterranea.

Ricordiamo che le 7 linee già nel PUMS e in via di realizzazione/progettazione/definizione:

M2-21 “Via Barletta-Viale Angelico-Piazzale Clodio”,

la M2-22 “Viale Angelico-Ponte della Musica-Auditorium-Parco della Musica”, detto tram della Musica.

la M2-26 “Linea tranviaria Stazione Tiburtina-Ponte Mammolo (MB)”, completamento della già citata Verano-Tiburtina FS.

la M2-16 “Linea tranviaria Piazza Mancini-Via Flaminia-Corso Francia-Stazione Vigna Clara”, prolungamento della linea 2.

M2-25 “Linea tranviaria Giardinetti-Tor Vergata-scambiatore A1 sud”, prolungamento della futura metro G.

M2-15 “Linea tranviaria veloce Anagnina (MA)-Tor Vergata-Torre Angela”, denominata metro H;

M2-28 “Tangenziale tranviaria Sud Marconi-Parco Appia Antica-Subaugusta”, prolungamento della tramvia Togliatti fino alla stazione metro Laurentina, con relativa diramazione verso via di Grotta Perfetta, Basilica San Paolo e viale Marconi fino alla stazione Trastevere.

Presentazione della Zona 30 a Roma

Con la presentazione della Zona 30 in viale Ratto delle Sabine, a Casal Monastero, Il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha annunciato l’obiettivo di creare settanta “Zone 30” che coprono il 70% delle strade della capitale. L’obiettivo è quello di migliorare la sicurezza stradale, proteggendo gli utenti vulnerabili come pedoni, ciclisti e monopattinisti, e recuperando spazi di cui riappropriarsi.

Le Zone 30 andranno ad affiancare vari brevi tratti dove il limite è già sceso da 50 km/h a 30 km/h. Al momento, oltre al Casal Monastero, vi sono già i 30 km/h nelle zone Aventino/Terme Deciane, Casal Bertone, Ostia Antica, Quadraro Vecchio e largo Millesimo.

I prossimi lavori sono previsti in Centro, più precisamente nell’Ansa Barocca della Capitale: a via Giulia, nella vicina piazza della Moretta, a via del Governo Vecchio, al Portico d’Ottavia, nell’area di San Salvatore in Lauro e sul passaggio pedonale di Ponte Sant’Angelo. A queste si aggiungono altri ambiti per cui è stato affidato la progettazione: Trastevere, Balduina, Colli Aniene, Torre Spaccata, Tor Pignattara, Villa Certosa, Pigneto. L’elenco completo prevede, tra le altre zone, anche interventi all’Eur, a Monte Verde, Testaccio, Lungomare di Ostia, Termini, Corso Italia, Balduina, Casal Bruciato, Gianicolense, Ludovisi Veneto, Tuscolana e Centocelle.

Valuteremo l’impatto di questa situazione soprattutto per il commercio locale e la connessa riqualificazione da affiancare a ciò, partendo da un modello già esistente in altre zone d’ Italia per affrontare le eventuali criticità senza penalizzare le attività produttive.

Giovedì 1° febbraio

II° incontro Partecipato -Tram TVA

Si è svolto, presso la Sala di Palazzo Valentini, il II° incontro del Tavolo di Consultazione, coordinato dall’Architetto Claudio Cipollini, sulla realizzazione della tranvia Termini-Vaticano-Aurelio, con l’obiettivo di ascoltare le diverse considerazioni e le proposte della cittadinanza, comitati e associazioni. Un tavolo che come ribadito anche la settimana scorsa, giunge dopo le note perplessità a quest’opera impattante sul centro storico, evidenziate anche da Confcommercio Roma e dopo la rimodulazione dei finanziamenti della TVA (Termini Vaticano Aurelio) con  il rinvio di quest’opera a dopo il Giubileo.

Nel secondo appuntamento, sono intervenuti l’architetto progettista Pierfrancesco Canali, responsabile del progetto di fattibilità tecnica ed economica della TVA, e l’architetto professore della Sapienza Eliana Cangelli, che hanno illustrato il progetto nella sua prima tratta Termini-Venezia. Si è descritto il posizionamento del tracciato nel lato sinistro di viale Nazionale fino a Largo Magnanapoli, con un’unica fermata all’incrocio con via Milano, nei pressi del Palazzo delle Esposizioni (un importante cambiamento rispetto al progetto iniziale che vedeva la fermata davanti alla Basilica dei Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio al Quirinale).

Si è poi parlato della prosecuzione del tram su Via 4 Novembre, passando per Via Cesare Battisti proseguendo per piazza Venezia, via del Plebiscito e Largo di Torre Argentina. Qui il tram è posto al centro della strada, con la curva di via IV Novembre che avrà dei nuovi marciapiedi più stretti. Si è parlato del materiale riciclato da utilizzare e degli inserimenti di elementi di verde e acqua anche per ridurre l’isola di calore urbano.

La maggior parte degli interventi da parte dei comitati e associazioni presenti chiedevano di valutare lo spostamento del tracciato, individuato ora in Via del Plebiscito, verso Largo di Torre Argentina utilizzando le rotaie già presenti su Via delle Botteghe Oscure. Vi terremo aggiornati sul prossimo incontro in calendario.

Progetti culturali meritevoli di sostegno nel 2024

La Giunta capitolina ha approvato una memoria presentata dall’Assessore alla Cultura Miguel Gotor, delineando gli indirizzi per la valorizzazione e il sostegno agli eventi culturali nel 2024. Il documento individua 9 manifestazioni di rilevanza culturale, artistica e creativa, riconosciute per la diffusione dell’offerta culturale, la sperimentazione artistica, la valorizzazione del patrimonio, la partecipazione pubblica, il riconoscimento nazionale e internazionale e la capacità di rigenerazione urbana e inclusione.

Tra i progetti finanziati si trovano “Il Cinema in Piazza 2024”, “Roma Cinema Arena”, “Alice Young Adult”, “I grandi Festival 2024”, “Videocittà”, “Unplugged Festival”, “Arena Gigi Proietti ‘Globe Theatre Silvano Toti 2024′”, “Short Theatre” e il “Tevere Day”.

La Giunta ha successivamente approvato una delibera per sostenere la prima di queste manifestazioni, “Il Cinema in Piazza 2024”, con un contributo di 250.000 euro.  Daremo aggiornamenti non appena disponibile la delibera in questione.

Venerdì 2 febbraio

Commissione Attività Produttive-Turismo-Grandi Eventi-Politiche Giovanili

Nella Commissione di oggi è stato affrontato il tema della Festa della Musica per il 21 giugno 2024, la cui organizzazione è rimandata ad altra convocazione e lo spostamento il mercato saltuario a via Desiderato Pietri. Sul punto il dirigente preposto ha comunicato che sarà effettuata una conferenza di servizi per determinare alcuni aspetti anche con la Polizia Locale, successivamente verrà posizionata la segnaletica orizzontale e verticale e disegnata la posizione dei posteggi.

Sono stati riaperti i termini per la categoria degli “spuntisti”. È stata data comunicazione dello spostamento del mercato giornaliero di via Molajoli a via Bonichi (dove era precedentemente).

È inoltre in fase di studio il bando per il mercato fisso di Casal Bernocchi, all’interno sono previsti posteggi alimentari, non alimentari e servizi.

Potresti essere interessato anche a...