Cerca
Close this search box.

Notizie

cybersicurezza

Nuova Legge per il Rafforzamento della Cybersicurezza Nazionale

Il 28 giugno 2024 è stata approvata la Legge n. 90, che introduce importanti disposizioni per il rafforzamento della cybersicurezza nazionale e per la prevenzione dei reati informatici. La normativa mira a proteggere il sistema digitale del Paese attraverso nuove misure obbligatorie per i fornitori di servizi digitali e la promozione della crittografia. Di seguito una sintesi delle principali novità.

Adeguamento alle Segnalazioni dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale

Secondo l’Art. 2, i fornitori di servizi digitali devono rispondere prontamente alle segnalazioni dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale riguardanti specifiche vulnerabilità. Gli interventi risolutivi devono essere adottati entro quindici giorni dalla comunicazione, pena sanzioni in caso di mancata o ritardata esecuzione, salvo motivate esigenze tecnico-organizzative tempestivamente comunicate.

Promozione della Crittografia

L’Art. 10 attribuisce all’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale il compito di sviluppare e diffondere standard e linee guida per migliorare la sicurezza dei sistemi informatici. Viene inoltre istituito il Centro Nazionale di Crittografia, che collaborerà con università e centri di ricerca per sviluppare nuovi algoritmi proprietari e capacità crittografiche nazionali, promuovendo anche la collaborazione internazionale.

Disciplina dei Contratti Pubblici

L’Art. 14 stabilisce che le pubbliche amministrazioni e i gestori di servizi pubblici devono considerare elementi essenziali di cybersicurezza nell’approvvigionamento di beni e servizi informatici. Questo include l’obbligo di prevedere criteri di premialità per le tecnologie di cybersicurezza italiane o di Paesi dell’Unione Europea o NATO. L’obiettivo è garantire la confidenzialità, l’integrità e la disponibilità dei dati, tutelando così gli interessi strategici nazionali.

Implicazioni per le Imprese

Questa legge rappresenta un passo cruciale per la sicurezza informatica nazionale e impone alle imprese del settore digitale di adeguarsi rapidamente alle nuove direttive. Le aziende sono invitate a rivedere le proprie strategie di sicurezza e a collaborare attivamente con l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale per garantire la conformità e prevenire possibili sanzioni.

Confcommercio Roma continuerà a monitorare gli sviluppi e fornirà ulteriori approfondimenti e supporto alle imprese associate per l’adeguamento alle nuove normative.

Per ulteriori dettagli, consultare la nota tecnica sulla Cybersicurezza Nazionale a cura di Confcommercio Imprese per l’Italia.

Potresti essere interessato anche a...