Cerca
Close this search box.

Notizie

GARANTE PRIVACY – CONSERVAZIONE DEI METADATI

Il Garante per la protezione dei dati personali ha comunicato, in data 27 febbraio 2024, l’avvio di una consultazione pubblica sulla congruità del termine di conservazione dei metadati degli account dei servizi di posta elettronica dei lavoratori (giorno, ora, mittente, destinatario, oggetto, dimensione dell’e-mail), con riferimento al documento di indirizzo “Programmi e servizi informatici di gestione della posta elettronica nel contesto lavorativo e trattamento dei metadati”.

A seguito delle sollecitazioni pervenute, in particolar modo in merito alla definizione di “metadati”, nonché all’interpretazione data all’articolo 4 dello Statuto dei Lavoratori, il Garante ha avviato una consultazione pubblica (della durata di 30 giorni a partire dalla data di pubblicazione dell’avviso pubblico di avvio della medesima consultazione sulla Gazzetta Ufficiale), “volta ad acquisire osservazioni e proposte in merito alla congruità, in relazione alle finalità perseguite dai datori di lavori pubblici e privati, del termine di conservazione dei metadati generati e raccolti automaticamente dai protocolli di trasmissione e smistamento della posta elettronica e relativi alle operazioni di invio, ricezione e smistamento dei messaggi di posta elettronica (che possono comprendere gli indirizzi email del mittente e del destinatario, gli indirizzi IP dei server o dei computer coinvolti nell’instradamento del messaggio, gli orari di invio, di ritrasmissione e di ricezione, la dimensione del messaggio, la presenza e la dimensione degli eventuali allegati, in certi casi anche l’oggetto del messaggio spedito o ricevuto) e, più in generale alle forme e modalità di utilizzo di tali metadati che ne renderebbero necessaria una conservazione superiore a quella ipotizzata nel citato documento di indirizzo”.

I Datori di lavoro pubblici e privati, esperti della disciplina di protezione dei dati e tutti i soggetti interessati avranno a disposizione 30 giorni, a partire dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale, per inviare al Garante le proprie osservazioni, i commenti, le informazioni, le proposte e tutti gli elementi ritenuti utili, tramite posta ordinaria o alle caselle protocollo@gpdp.it oppure protocollo@pec.gpdp.it. 

Nel provvedimento di avvio della consultazione, il Garante Privacy differisce l’efficacia del documento di indirizzo “Programmi e servizi informatici di gestione della posta elettronica nel contesto lavorativo e trattamento dei metadati” al termine della predetta consultazione pubblica, all’esito della quale si riserva di adottare ulteriori determinazioni. In caso di mancata adozione di ulteriori determinazioni, l’efficacia del documento viene differita al sessantesimo giorno successivo la scadenza del termine per la presentazione dei contributi richiesti nell’ambito della consultazione medesima.

AVVISO PUBBLICO – GARANTE PRIVACY

Le altre notizie Premium

Sto caricando altre notizie...