Cerca
Close this search box.

Notizie

FIPE CONFCOMMERCIO ROMA: “CON UNA PERSONA OGNI 4 METRI QUADRI ELIMINATI 246 MILA POSTI A SEDERE NEI RISTORANTI DI ROMA. SCELTA INACCETTABILE”

Con le misure di distanziamento previste dal Comitato Tecnico Scientifico, ovvero una persona ogni 4 metri quadrati, i ristoranti romani perdono 246 mila posti a sedere (4,5 milioni a livello nazionale), il 63% del totale. 

La ristorazione romana è fatta da piccole attività che, come a livello nazionale, hanno in media una superficie di 90 metri quadrati e 62 posti a sedere

Il numero di posti a sedere per metro quadrato è pari a 0,7 ma nei piccoli ristoranti si scende a 0,6. Se si adottasse il parametro di 4 metri quadrati per cliente il numero dei posti scenderebbe di oltre il 60% e nel caso di birrerie e pizzerie la riduzione sarebbe anche superiore. Il numero di posti per metro quadrato scenderebbe a 0,25

 “E’ un’ipotesi inaccettabile che affosserebbe tutto il comparto – denuncia Giancarlo Deidda, commissario di Fipe Confcommercio Roma. Come Federazione abbiamo fatto proposte concrete basate su distanze tra i tavoli in grado di garantire la sicurezza e la possibilità delle aziende di lavorare per mantenere i livelli occupazionali. Con le distanze proposte, peraltro applicate in modo così severo solo nel caso della ristorazione, le aziende non potranno sopravvivere. La stessa possibilità di ottenere, come misura compensativa, maggiore spazio all’esterno è in questo modo assolutamente depotenziata. Per noi il punto di riferimento resta il distanziamento interpersonale di un metro.”


https://www.facebook.com/fipe.confcommercio/videos/198038871164518/

Potresti essere interessato anche a...