Cerca
Close this search box.

Notizie

no alla guerra

Confcommercio e sindacati istituiscono un “Fondo di solidarietà per il popolo ucraino”

Il mondo del lavoro e delle imprese scende in campo per aiutare il popolo ucraino istituendo un conto corrente bancario collegato ad un fondo di solidarietà, dove confluiranno contributi volontari da parte di lavoratori e lavoratrici e delle imprese. Le modalità di intervento saranno poi decise, volta per volta, da un Comitato di indirizzo.

L’iniziativa è sostenuta da Confcommercio, dai sindacati Cgil, Cisl e Uil e dalle altre associazioni datoriali (Confindustria, Agci, Casartigiani, Cna, Confagricoltura, Confapi, Confartigianato Imprese, Confcooperative, Confesercenti, Confetra, Confimi Industria, Legacoop).

Confcommercio, i sindacati e le associazioni di categoria ribadiscono “l’esigenza di un immediato cessate il fuoco in Ucraina e nelle altre aree coinvolte da conflitti bellici. Bisogna tornare al pieno rispetto del diritto internazionale, alla centralità dei negoziati e delle diplomazie per risolvere le controversie tra Stati. Va riaffermato il valore universale della pace come punto di partenza di ogni accordo che rafforzi i diritti umani, la democrazia e la libertà”.


L’IBAN del conto corrente bancario – attivato presso il Monte dei Paschi di Siena ed intestato a “CGIL CISL UIL Fondo di solidarietà per il popolo ucraino” è il seguente: IT90 N010 3003 2010 0000 3300 022

La raccolta dei contributi volontari avrà termine il 31 ottobre 2022.

Potresti essere interessato anche a...