Cerca
Close this search box.

Notizie

COMMERCIO, TAR LAZIO: NO AI TAVOLINI IN ESERCIZI DI VICINATO E LABORATORI ARTIGIANI

“Con una sentenza articolata e approfondita il Tar del Lazio ribadisce, dando ragione a Roma Capitale, che tavoli e sedie sono arredi che qualificano l’attività di somministrazione propria di bar e ristoranti e pertanto non sono ammessi in esercizi per la vendita di prodotti alimentari e laboratori artigianali che effettuano anche il consumo sul posto”.

È quanto afferma in una nota il Commissario di Fipe- Confcommercio Roma, Giancarlo Deidda.

“La sentenza dei giudici amministrativi – prosegue Deidda –  rileva che il legislatore avendo previsto norme più stringenti a carico dei pubblici esercizi, per lo più a tutela dei consumatori, ha anche voluto differenziare la loro attività da quella degli esercizi commerciali e artigianali. Obbligo del bagno a disposizione dei clienti, sorvegliabilità dei locali, requisiti morali, sanzioni penali nel caso della somministrazione di bevande alcoliche a minori sono solo alcune delle norme applicate ai pubblici esercizi ma non a esercizi di vicinato e laboratori artigiani. 

“Qualsiasi persona di buon senso riconosce che gli esercizi di vicinato e i laboratori artigiani che effettuano il consumo sul posto sono oramai veri e propri esercizi di ristorazione mentre l’attività originaria o è del tutto scomparsa o è residuale. I pubblici esercizi chiedono buona concorrenza non meno concorrenza. Gli effetti di questa errata interpretazione delle liberalizzazioni – prosegue Deidda – sono sotto gli occhi di tutti i romani. Il centro storico é diventato un mangificio con tutti che fanno (male) tutto dove prevalgono attività commerciali nelle quali il cliente non ha neppure la possibilità di lavarsi le mani o di servirsi del bagno. La sentenza del TAR Lazio affronta molti altri aspetti di una vicenda che oppone chi vuole il rispetto delle regole a chi invece intende piegarle a interessi di parte. In questo senso la delibera di Roma Capitale sulle attività tutelate nel centro storico risulta pienamente legittima secondo il giudizio della giustizia amministrativa.”

Potresti essere interessato anche a...